Azienda: una scommessa sulla Sicilia – Scorzamara – Agrumi di Sicilia

Azienda

Famiglia Modica

Scorzamara oggi è il mercato digitale nel quale tutti gli amanti degli agrumi biologici acquistano le arance rosse e i mandarini di Sicilia. Non tutti sanno, però, che la storia di Scorzamara è anche la storia di una famiglia, di un luogo e di un sogno che si perpetua da secoli.

La tenuta del Porrazito, proprietà della famiglia nobiliare Modica, copriva 132 ettari, metà dei quali era coltivata ad oliveto, 50 ettari erano destinati al vigneto e 1 all’agrumeto.

Azienda 01
Azienda 02
Azienda 03

La casa padronale fu costruita da Teresa Modica nei primi del ‘500 e per molti secoli fu il punto di riferimento di tutto il vicinato: il frantoio all’interno della tenuta veniva utilizzato dalla famiglia e dalle aziende olivicole limitrofe, l’allevamento di vacche frisone garantiva il latte per tutti gli abitanti di Carlentini, la scuola ricavata all’interno della corte permetteva ai bambini del dopoguerra di ricevere un’istruzione adeguata.

Azienda 04

Nel 1958 l’ereditiero Cavalier Angelo Modica estirpò il vigneto per destinare i terreni alla semina del grano ma l’attività durò solo un decennio. Dal 1968, infatti, il terreno su convertito ad agrumeto: piane di arance ovali e valencia late iniziavano a sprigionare in tutta la tenuta il profumo dolce e tipico degli agrumi siciliani che ancora oggi si respira, mentre si popolavano le stalle di cavalli da sella e da attacco.

Azienda 05
Azienda 06

Nel 2012 Angelo Modica decise di dedicarsi interamente ai suoi cavalli e alle sue carrozze, lasciando le redini al nipote Carlo, giovane medico e imprenditore. Il suo impegno attivo nel settore agricolo lo ha portato a diventare delegato giovani impresa Coldiretti di Catania nel 2017.

Ora come allora, Scorzamara è la forza di una famiglia, la scommessa sulla Sicilia e sui suoi frutti buoni, biologici e IGP, proprio come le nostre arance rosse.

I terreni

Figlia dell’Etna, Scorzamara dedica oggi 35 ettari di terreno alla coltivazione di agrumi, soprattutto all’arancia rossa di Sicilia. Questo perché assecondiamo le peculiarità ambientali del nostro territorio e valorizziamo un prodotto tipico della nostra tradizione ricorrendo alle tecniche di coltivazione agricola più contemporanee e meno invasive. E mentre le escursioni termiche della zona etnea conferiscono alle arance una pigmentazione naturalmente rossa intensa (antociani), prepariamo il terreno affinché sia pronto ad accogliere l’acqua feconda, il sole amico e i teneri germogli. La tecnica della baulatura-letteralmente sistema a baule- consiste infatti nello spostare il terreno dai solchi su zone sopraelevate per favorire il drenaggio del suolo e una maggiore e più sana produzione.

Ogni piantina viene concimata con azoto organico a lenta cessione per migliorare la qualità dei frutti e aumentare la produzione di vitamina C.

Azienda 07
Azienda 08
Azienda 09

Raccolta e conservazione

La maturazione delle nostre arance biologiche rispetta il ciclo di vita naturale delle piante. La crescita lenta e dolce, mai aggredita da fertilizzanti chimici che accelerano i processi di produzione, rende i frutti saporiti e profumati, dalla buccia alla polpa. Maturate al punto giusto, le nostre arance biologiche vengono raccolte a mano una per una, spazzolate per rimuovere tracce di terriccio e foglie e preparate per essere spedite in tempi rapidi, evitando la permanenza in frigorifero, le cerature e i trattamenti anticrittogamici.

La cura del nostro agrumeto è affidata alle mani capaci di quattro collaboratori che operano quotidianamente con contratto stagionale secondo il contratto collettivo nazionale di lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti.

Azienda 10
Azienda 11
Azienda 12
Vai al mercato
Mercato